CrossCare

TO11

Rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un'amministrazione pubblica efficiente

Il progetto in numeri
Durata:
18 mesi
Inizio: 01.10.17
Fine: 31.03.19
N. Partner: 6
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
1.196.360,26€
Contributo FESR:
1.016.906,22€

The project in numbers

Durata: 
18 mesi
Start / End: 
01.10.17 to 31.03.19
Stato avanzamento progetto: 
55%
Budget: 
1196360.26€
Contributo FESR: 
1016906.22€

CrossCare

Approccio integrato transfrontaliera nella cura dell’anziano
Asse Prioritario 4

Rafforzare la capacità istituzionale e la "governance" transfrontaliera

Obiettivo specifico: 
OS 4.1.
Priorità d'investimento: 
PI 11CTE
Tipologia: 
Standard
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

L’obiettivo complessivo del progetto è rafforzare la capacità di cooperazione istituzionale delle autorità pubbliche e degli operatori chiave dei servizi sociosanitari dedicati alla cura dell’anziano (pubblici e privati) dell’area Programma al fine di pianificare soluzioni congiunte per la sfida comune dell'invecchiamento, attraverso un modello transfrontaliero per la presa in carico integrata dell’anziano, competitivo in termini economici nonché elemento chiave in termini di coesione sociale.

Sintesi del progetto: 

Il progetto CrossCare affronta le sfide comuni dell’area Programma relative all’invecchiamento della popolazione con i suoi importanti risvolti economici e finanziari e agli squilibri dei servizi legati all’inclusione sociale e ai sistemi di welfare nell’area transfrontaliera. L’obiettivo generale del progetto è rafforzare la capacità di cooperazione istituzionale delle autorità pubbliche e degli operatori chiave dei servizi sociosanitari dedicati alla cura dell’anziano, sia pubblici che privati dell’area Programma, e pianificare soluzioni congiunte alla sfida comune dell'invecchiamento. L’obiettivo verrà perseguito attraverso un Protocollo d’Intesa Transfrontaliero sottoscritto dalle autorità pubbliche competenti del territorio, il quale svilupperà un modello congiunto per la presa in carico integrata e personalizzata dell’anziano. Gli output principali sono: Protocollo d’Intesa transfrontaliero, Modello congiunto transfrontaliero per la presa in carico integrata e personalizzata dell’anziano, corsi specifici di formazione congiunta per gli operatori sociosanitari. I soggetti che ne beneficeranno sono le autorità pubbliche nazionali, regionali e locali, gli operatori sociosanitari e soprattutto gli anziani, che potranno così ottenere un’assistenza personalizzata con un miglioramento costante del loro benessere, della qualità della vita e della loro inclusione sociale. L’approccio transfrontaliero, attraverso il rafforzamento dei rapporti tra le autorità pubbliche del settore sociosanitario e lo scambio di best practice tra gli operatori chiave, permetterà di armonizzare le politiche e incrementare le conoscenze necessarie per la co-progettazione e l’implementazione di un modello integrato efficace ed efficiente. Si prevede un approccio innovativo riguardante la presa in carico integrata e personalizzata dell’anziano e della sua famiglia, mettendo al centro il bisogno del singolo, superando così gli attuali sistemi che prevedono solamente prestazioni standardizzate.

Risultati principali: 

Il progetto CrossCare accrescerà l’intensità della cooperazione transfrontaliera nell’area Programma tra i cittadini e le autorità pubbliche competenti per gli interventi sociosanitari destinati alla cura dell’anziano. Il primo risultato principale consiste nell’incrementata capacità nella cooperazione transfrontaliera delle autorità pubbliche sociosanitarie e dei portatori d’interesse competenti per gli interventi dedicati alla cura dell’anziano. Il risultato sarà perseguito attraverso il rafforzamento di rapporti a livello istituzionale transfrontaliero che saranno garantiti dal partenariato stesso e dai partner associati, in quanto il progetto prevede la collaborazione di diversi policy makers sociosanitari dell’area Programma, i quali predisporranno congiuntamente un protocollo d’intesa transfrontaliero che contribuirà al rafforzamento della capacità istituzionale e amministrativa nell'attuazione dei servizi sociosanitari. Inoltre, saranno creati nuovi canali di comunicazione e collaborazione duratura tra i partner del progetto, che rappresentano i portatori d’interesse chiave addetti alla cura dell’anziano sul territorio transfrontaliero. Il secondo risultato principale prevede un’incrementata capacità nella governance nell’ambito sociosanitario delle autorità pubbliche sociosanitarie e dei relativi portatori di interesse, attraverso lo sviluppo di un modello unico transfrontaliero integrato di accompagnamento lungo il percorso dell’anzianità, nonché attraverso l’armonizzazione a livello transfrontaliero dei sistemi di formazione professionale degli operatori sociosanitari, della nuova figura di care manager e delle famiglie dei cittadini. Il modello è basato sul concetto dell’invecchiamento attivo e su una metodologia di welfare community, che garantirà da un lato la sostenibilità economica e dall’altro la creazione di una strategia italo-slovena per un’armonizzazione integrata della governance nell’ambito della cura dell’anziano.

Partner

Partner capofila

Cooperativa Itaca società cooperativa sociale onlus

Pordenone
ITA

Partner progettuale n.1

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA ITIS

Trieste
ITA

Partner progettuale n.2

RESIDENZA PER ANZIANI GIUSEPPE FRANCESCON

Venezia
ITA

Partner progettuale n.3

Obalni dom upokojencev Koper – Casa costiera del pensionato Capodistria

Obalno-kraška
SLO

Partner progettuale n.4

DEOS, celostna oskrba starostnikov, d.d.

Osrednjeslovenska
SLO

Partner progettuale n.5

INŠTITUT RS ZA SOCIALNO VARSTVO

Osrednjeslovenska
SLO

Documenti di progetto

Poster evento annuale 30/05/2018Poster evento annuale 30/05/2018
CrossCare_ITA.pdf
( 462 byte, pubblicato il 12 Giugno, 2018 - 10:22 )

Obiettivi e attività

OBIETTIVI PRINCIPALI DEL PROGETTO

CrossCare integra la cooperazione istituzionale dei servizi territoriali dedicati alla cura dell’anziano al fine di pianificare soluzioni congiunte per la sfida comune dell'invecchiamento, attraverso un modello transfrontaliero per l’assistenza all’anziano. Il modello identifica la nuova figura professionale del “care manager”, prevede la costituzione di Punti Servizi Anziani all’interno delle Case di Riposo e qualifica il servizio domiciliare come elemento chiave nelle strategie di invecchiamento attivo.

 

SITUAZIONE ATTUALE DELL’IMPLEMENTAZIONE PROGETTUALE (30/05/2018)

Le attività iniziali si sono concentrate sull’organizzazione del kick-off meeting, dei comitati scientifici e riunioni ad hoc sul tema ICT. È stata elaborata una prima bozza del Protocollo Transfrontaliero e si è proceduti all’allestimento dei PSA presso le Case di Riposo (CdR). Sono stati avviati i corsi Gentlecare e Validation per gli operatori delle CdR e la formazione dedicata alla nuova figura professionale del “care manager”.

Contatti

Cooperativa Itaca società cooperativa sociale onlus

0039 0434504000
Vicolo Selvatico 16, 33170 Pordenone, Italia
Andrea Zanolla

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA ITIS

0039 0403736210
Via Giovanni Pascoli 31, 34123 Trieste, Italia
Bonetta Fabio

RESIDENZA PER ANZIANI GIUSEPPE FRANCESCON

0039 042171329
Borgo San Gottardo 44, 30026 Portogruaro, Italia
Dal Ben Daniele

Obalni dom upokojencev Koper – Casa costiera del pensionato Capodistria

00386 (0) 56659600
Krožna cesta 5, 6000 Koper/Capodistria, Slovenija
Tomaži Neva

DEOS, celostna oskrba starostnikov, d.d.

00386 (0) 82002400
Devinska ulica 1, 1000 Ljubljana, Slovenija
Kranjc Miha

INŠTITUT RS ZA SOCIALNO VARSTVO

00386 (0) 12000250
Tržaška cesta 2 1000 Ljubljana, Slovenija
Kova Nadja