NAT2CARE

TO6

Preservare e tutelare l'ambiente e promuovere l'uso efficiente delle risorse

Il progetto in numeri
Durata:
33 mesi
Inizio: 01.10.17
Fine: 30.06.20
N. Partner: 6
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
1.282.395,50€
Contributo FESR:
1.090.036,18€

The project in numbers

Durata: 
33 mesi
Start / End: 
01.10.17 to 30.06.20
Stato avanzamento progetto: 
100%
Budget: 
1282395.50€
Contributo FESR: 
1090036.18€

NAT2CARE

Attivazione della Cittadinanza per il Ripristino e la conservazione delle aree N2K transfrontaliere
Asse prioritario 3

Protezione e promozione delle risorse naturali e culturali

Obiettivo specifico: 
OS 3.2.
Priorità d'investimento: 
PI 6d
Tipologia: 
Standard
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

Obiettivo del progetto è stato migliorare lo stato della biodiversità nelle aree Natura 2000 di competenza dei partner progettuali attraverso una gestione comune migliore oltre che la conoscenza e la collaborazione transfrontaliera. Una delle finalità del progetto era anche la crescita della consapevolezza nei residenti, negli operatori economici, nella cittadinanza in generale e nelle giovani generazioni del valore dello straordinario patrimonio naturale esistente, dei servizi ecosistemici che questo fornisce e delle opportunità offerte.

Sintesi del progetto: 

Il progetto si è proposto di evitare il rischio di frammentazione, riduzione e perdita di biodiversità nelle aree dei tre parchi partner del progetto: delle Prealpi Giulie, delle Dolomiti Friulane e Triglavski narodni park. L’obiettivo specifico del progetto è stato quello di migliorare lo stato e la presenza della biodiversità nelle aree Natura 2000 di competenza dei partner progettuali ed è stato raggiunto tramite azioni su habitat e specie N2K, il rafforzamento della loro gestione integrata e transfrontaliera e la sensibilizzazione e formazione sull’ambiente e l’aumento della promozione dei servizi ecosistemici. Il cambiamento si è esplicitato nell’aumento del livello di conservazione degli habitat N2K e delle specie. Gli output principali del progetto fanno riferimento proprio a queste 3 attività e si concretizzano in ca. 10.000 ha di habitat con un miglior stato di conservazione, 7 azioni pilota a sostegno della biodiversità, 2 strumenti/servizi sviluppati per la promozione dei servizi ecosistemici ed eventi di sensibilizzazione, educazione ambientale, che hanno coinvolto circa 4000 cittadini. Ne hanno tratto beneficio organizzazioni per la gestione delle aree protette, proprietari terrieri e utilizzatori dei terreni, operatori economici, cittadini/consumatori finali e decisori.
L’approccio utilizzato è stato un approccio innovativo per quanto riguarda i metodi di monitoraggio, di identificazione e promozione dei servizi ecosistemici e nello svolgimento delle attività di sensibilizzazione, educazione ambientale e coinvolgimento attivo della cittadinanza.
Si è utilizzato un approccio transfrontaliero in quanto tutte le specie faunistiche oggetto di monitoraggio si muovono con facilità nel territorio transfrontaliero, come anche gli habitat delle zone hanno caratteristiche molto simili. Il progetto è risultato innovativo per quanto riguarda le modalità transfrontaliere di monitoraggio che garantiranno un approccio omogeneo e interventi gestionali coerenti in entrambi gli Stati, con protocolli comuni.

Risultati principali: 

Attraverso le attività del progetto NAT2CARE si è giunti alla gestione rafforzata degli ecosistemi ed al ripristino della biodiversità nelle aree di competenza dei partner progettuali (Parco naturale delle Prealpi Giulie, Triglavski Narodni Park e Parco Naturale delle Dolomiti Friulane), il che ha portato al miglioramento del livello di conservazione dello status delle specie e degli habitat N2K, attraverso azioni pilota transfrontaliere a sostegno della biodiversità. Le misure di gestione degli habitat proposte hanno migliorato le conoscenze e le condizioni ecologiche per le specie della fauna e della flora oggetto di studio. Il monitoraggio delle specie floristiche e faunistiche con protocolli transfrontalieri ha favorito il raggiungimento dell'obiettivo grazie ad approcci armonizzati in linea con la direttiva habitat e uccelli e il coordinamento nelle aree funzionali transfrontaliere. Per la valutazione e la promozione dei servizi ecosistemici e quindi contribuire al miglioramento e valorizzazione degli stessi, le azioni sono state volte alla individuazione di servizi ecosistemici transfrontalieri, in particolare della rete N2K, e alla loro valorizzazione attraverso lo sviluppo di strumenti per loro misurazione (piattaforma WebGIS, metodologia PES). Le azioni di progetto hanno pertanto contribuito sia a rafforzare la gestione degli ecosistemi e a promuovere il ripristino della biodiversità attraverso i servizi ecosistemici sia a migliorare lo stato di conservazione globale degli habitat e delle specie della rete Natura 2000 nelle aree coinvolte, collegandosi pertanto agli indicatori di risultato specifici per il programma.

Partner

Partner capofila

Ente parco naturale delle Prealpi Giulie

Udine
ITA

Partner progettuale n.1

Javni zavod Triglavski Narodni Park

Goriška
SLO

Partner progettuale n.2

Ente Parco naturale regionale delle Dolomiti Friulane

Pordenone
ITA

Partner progettuale n.3

Università degli Studi di Udine - Dipartimento di Scienze AgroAlimentari, Ambientali e Animali

Udine
ITA

Partner progettuale n.4

NIB - Nacinalni inštitut za biologijo

Osrednjeslovenska
SLO

Partner progettuale n.5

Biotehniški center Naklo

Goriška
SLO

Documenti di progetto

Poster evento annuale 30.05.2018Poster evento annuale 30.05.2018
NAT2CARE_ITA.pdf
( 566 byte, pubblicato il 11 Giugno, 2018 - 17:50 )
Poster presentato alla società teriologica italianaPoster presentato alla società teriologica italiana
ATIT_eng_ita_slo.pdf
( 2 byte, pubblicato il 31 Ottobre, 2019 - 11:03 )
Poster presentato alla società entomologica slovenaPoster presentato alla società entomologica slovena
SES_ita_eng_slo.pdf
( 5 byte, pubblicato il 28 Gennaio, 2020 - 11:15 )
Atlante interattivo delle specie e Atlante interattivo degli ecosistemiAtlante interattivo delle specie e Atlante interattivo degli ecosistemi
copertine ita_final.pdf
( 2 byte, pubblicato il 3 Giugno, 2020 - 22:44 )
APPROCCIO TRANSFRONTALIERO ALLA CONSERVAZIONE E GESTIONE DEI SITI NATURA 2000APPROCCIO TRANSFRONTALIERO ALLA CONSERVAZIONE E GESTIONE DEI SITI NATURA 2000
NAT2CARE 1-1.pdf
( 7 byte, pubblicato il 30 Giugno, 2020 - 10:30 )
CalendarioCalendario
06_PARCO PREALPI GIULIE - Calendario da muro 2020.pdf
( 2 byte, pubblicato il 22 Luglio, 2020 - 13:48 )
Documentario “NATURA SENZA CONFINI”Documentario “NATURA SENZA CONFINI”
documentario Natura senza confini.pdf
( 151 byte, pubblicato il 22 Marzo, 2021 - 14:47 )

Obiettivi e attività

OBIETTIVI PRINCIPALI DEL PROGETTO

L’ obiettivo specifico del progetto è stato migliorare lo stato della biodiversità nelle aree Natura 2000 di competenza dei partner progettuali attraverso un progetto di gestione comune delle aree individuate come prioritarie dal progetto e a migliorare la conoscenza reciproca e a intensificare la collaborazione transfrontaliera. Una delle finalità del progetto era anche la crescita della consapevolezza nella cittadinanza in generale e nelle giovani generazioni del valore dello straordinario patrimonio naturale esistente, dei servizi eco-sistemici che questo fornisce e delle opportunità offerte.

ATTIVITÀ

Sono state attuate numerose attività per sviluppare protocolli comuni di monitoraggio della fauna (grandi carnivori, ungulati, avifauna e rosalia alpina) e della flora periglaciale. Sono state realizzate azioni pilota per la gestione di habitat significativi e definite metodologie di valutazione dei servizi eco-sistemici. Le misure di gestione degli habitat proposte hanno migliorato le conoscenze e le condizioni ecologiche per le specie della fauna e della flora oggetto di studio. Le attività di informazione sensibilizzazione hanno coinvolto circa 4.000 persone, soprattutto giovani universitari e delle scuole superiori sia in Italia che in Slovenia.

Il partenariato si è dimostrato un partenariato di eccellenza, per la qualità degli studi prodotti e per la significatività dei risultati raggiunti, che sono diventati patrimonio della comunità scientifica internazionale (vedi il progetto pilota della rosalia alpina).

La metodologia elaborata per il monitoraggio delle specie floristiche e faunistiche con protocolli transfrontalieri continuerà a favorire approcci armonizzati in Italia e in Slovenia in linea con la direttiva habitat e uccelli e il coordinamento nelle aree funzionali transfrontaliere. Le azioni di progetto inoltre hanno contribuito e contribuiranno in futuro a promuovere la conservazione, la tutela e, nei casi più gravi, il ripristino della biodiversità attraverso i servizi eco-sistemici transfrontalieri. Per questi ultimi è stata elaborata una metodologia in linea con gli attuali studi europei per lo sviluppo di strumenti per loro quantificazione e misurazione (piattaforma WebGIS, metodologia PES).

I PP hanno realizzato i protocolli di monitoraggio e definito le linee guida per il monitoraggio transfrontaliero delle specie anche grazie alle attività in campo previste nell’ambito di questo WP. I PP hanno espletato in particolare i monitoraggi su Re di quaglie, Rosalia alpina, Allocco degli Urali e grandi carnivori e proseguito quelli di habitat e di specie floristiche periglaciali; hanno inoltre provveduto alla gestione attiva di aree per i galliformi oltra alla manutenzione dei sentieri di accesso alle aree vocate per i tetraonidi. Si sono tenuti tutti i momenti di formazione previsti dal progetto. Tutti i report sono stati redatti e anche e gli articoli per la pubblicazione scientifica. Relativamente all’attività sui servizi ecosistemici era mirata alla identificazione dei servizi eco-sistemici (SE) transfrontalieri, alla loro mappatura e alla valutazione per la loro promozione, perchè ci si poneva l’obiettivo di contrastare la vulnerabilità degli ecosistemi fornendo strumenti efficaci di gestione. L’attività si è svolta sui siti Natura 2000 (N2K) dei territori del partenariato, (ZPS - Zone di Protezione Speciale e ZSC – Zone Speciali di Conservazione). I partner hanno analizzato le conflittualità nell'uso del servizio eco-sistemico e valutato la disponibilità degli stakeholders ad essere coinvolti in azioni integrate di gestione. I PP hanno gestito e coordinato le attività di educazione ambientale, sensibilizzazione della popolazione scolastica, formazione degli stakeholder, informazione del pubblico generico. Per quanto riguarda i risultati previsti in questo WP sono stati tutti raggiunti (R1-R12) ed in alcuni casi anche ampiamente superati i valori target.

Contatti

Ente parco naturale delle Prealpi Giulie

0039 043353534
Piazza del Tiglio 3, 33010 Resia, Italia
Stefano Santi

Javni zavod Triglavski Narodni Park

00386 (0) 45780200
Ljubljanska Cesta 27, 4260 Bled, Slovenija
Alenka Mencinger

Ente Parco naturale regionale delle Dolomiti Friulane

0039 042787333
Via Roma 4, 33080 Cimolais, Italia
Danelin Graziano

Università degli Studi di Udine - Dipartimento di Scienze AgroAlimentari, Ambientali e Animali

0039 0432558600
Via Palladio 8, 33100 Udine, Italia
Filacorda Stefano

NIB - Nacinalni inštitut za biologijo

00386 (0) 59232701
Večna pot 111, 1000 Ljubljana, Slovenija
Tome Davorin

Biotehniški center Naklo

00386 (0) 42772100
Strahinj 99, 4202 Naklo, Slovenija
Ambrožič Ana