SECNET

TO11

Rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un'amministrazione pubblica efficiente

Il progetto in numeri
Durata:
18 mesi
Inizio: 01.10.17
Fine: 31.03.19
N. Partner: 6
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
1.299.675,00€
Contributo FESR:
1.104.723,75€

The project in numbers

Durata: 
18 mesi
Start / End: 
01.10.17 to 31.03.19
Stato avanzamento progetto: 
55%
Budget: 
1299675.00€
Contributo FESR: 
1104723.75€

SECNET

Cooperazione istituzionale transfrontaliera per il rafforzamento della security portuale
Asse Prioritario 4

Rafforzare la capacità istituzionale e la "governance" transfrontaliera

Obiettivo specifico: 
OS 4.1.
Priorità d'investimento: 
PI 11CTE
Tipologia: 
Standard
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

L'Obiettivo principale di SECNET è rafforzare la capacità istituzionale dei porti dell'Area di Programma e creare le basi per una governance coordinata e permanente della security portuale a livello transfrontaliero grazie a innovativi strumenti ICT, sviluppando in maniera congiunta piani di azioni e strategie di lungo periodo, aumentando il coordinamento e la cooperazione tra i porti per rafforzarne la sicurezza e la competitività.

Sintesi del progetto: 

SECNET intende rafforzare la capacità istituzionale e la governance transfrontaliera nella security portuale, dato il suo forte impatto sulla sicurezza – legata alla forte instabilità geopolitica e i rischi di attentati terroristici – e sulla competitività dei tre porti principali dell’Area di Programma, poiché misure aggiuntive e non coordinate di security spesso si traducono in una più lenta movimentazione della merce e quindi in una minore attrattività dei porti, a discapito dello sviluppo economico dei territori.Infatti, SECNET accrescerà le competenza dei porti in materia di security portuale con l’ausilio di innovativi sistemi ICT, fornendo delle competenze tecniche e specialistiche comuni a livello transfrontaliero.Inoltre, i partner di SECNET testeranno le conoscenze apprese tramite la sperimentazione del piano d’azione congiunto così sviluppato in due azioni pilota che miglioreranno il livello di security portuale sia per quanto riguarda la difesa delle reti informatiche (cyber security) sia per la difesa perimetrale e delle aree portuali dall’accesso non autorizzato da parte di terzi.Infine, SECNET creerà un network di cooperazione istituzionale permanente sulla security portuale, con l’istituzione di una governance transfrontaliera, composto dai partner di progetto e da altri soggetti competenti sottoscrivendo un Protocollo congiunto per l’attuazione della strategia transfrontaliera per la security portuale elaborata sulla scorta dei risultati progettuali, armonizzando in tal modo le politiche in questo settore in tutta l’Area di Programma nel medio e lungo termine.Tutte le attività progettuali – l’analisi delle migliori pratiche, lo scambio di esperienze e il training per l’accrescimento delle conoscenze, il piano d’azione congiunto e la strategia per il rafforzamento della security portuale tramite l’uso di strumenti ICT – verranno elaborate a livello transfrontaliero, al fine di cercare soluzioni comuni a problemi comuni.

Risultati principali: 

Il risultato principale che si prefigge SECNET è il miglioramento della collaborazione e delle capacità istituzionali dei porti dell’Area di Programma nel tema chiave della security portuale grazie all’uso di innovativi strumenti ICT, tramite piani di azione e strategie comuni sviluppate in maniera congiunta, in una prospettiva di cooperazione di lungo periodo.In particolare, SECNET si propone di raggiungere i seguenti risultati specifici:1) Miglioramento delle competenze dei porti nella pianificazione congiunta della security portuale e nell’utilizzo di strumenti ICT, quale condizione chiave per assicurare la base di un cambiamento di lungo periodo. In particolare, tramite un proficuo scambio di esperienze e una benchmark analysis con le migliori pratiche, il personale dei porti coinvolti (compresi i tre porti commerciali non partner di progetto) saranno formati in una sessione formativa transfrontaliera, che fornirà loro una solida base conoscitiva per migliorare le proprie competenze pianificatorie;2) Armonizzazione delle politiche e azioni per rafforzare la security portuale a livello transfrontaliero. La redazione di un piano d’azione congiunto per il rafforzamento della security portuale e la sua sperimentazione grazie ad innovativi sistemi ICT porranno le basi per la standardizzazione delle misure di security portuale, consolidando la sicurezza e la competitività dei porti dell’Area di Programma.3) Istituzionalizzazione di una governance transfrontaliera della security portuale. Grazie alla creazione di una piattaforma istituzionale transfrontaliera permanente, i partner di progetto e i firmatari del Protocollo congiunto si impegneranno a un costante scambio di informazioni, confronto e coordinamento sui migliori strumenti e azioni da adottare in tema di security portuale, in un’ottica di lungo periodo ben oltre la fine del progetto.

Partner

Partner capofila

Autorità Portuale di Trieste

Trieste
ITA

Partner progettuale n.1

Iniziativa Centro Europea - Segretariato Esecutivo

Trieste
ITA

Partner progettuale n.2

Università degli Studi di Trieste

Trieste
ITA

Partner progettuale n.3

Autorità Portuale di Venezia

Venezia
ITA

Partner progettuale n.4

Luka Koper, pristaniški in logistini sistem, d.d.

Obalno-kraška
SLO

Partner progettuale n.5

Univerza na Primorskem

Obalno-kraška
SLO

Documenti di progetto

Poster evento annuale 30/05/2018Poster evento annuale 30/05/2018
SECNET_ITA.pdf
( 515 byte, pubblicato il 12 Giugno, 2018 - 09:36 )

Obiettivi e attività

OBIETTIVI PRINCIPALI DEL PROGETTO

L’obiettivo principale di SECNET è rafforzare la capacità istituzionale dei porti dell’Area di Programma e creare le basi per una governance coordinata e permanente della security portuale a livello transfrontaliero grazie a innovativi strumenti ICT, sviluppando in maniera congiunta piani di azioni e strategie di lungo periodo, aumentando il coordinamento e la cooperazione tra i porti per rafforzarne la sicurezza e la competitività.

 

SITUAZIONE ATTUALE DELL’IMPLEMENTAZIONE PROGETTUALE (12/2018)

 

Il progetto, avviato a ottobre 2017, ha terminato la prima fase di attuazione, con lo studio della situazione dei porti dell’Area di Programma in merito alla sicurezza perimetrale e cyber security e la raccolta delle migliori pratiche a livello europeo e internazionale.

In base a questo studio, è stato redatto un piano d’azione transfrontaliero per il rafforzamento della security portuale.

Questo piano d’azione è testato in diverse concrete azioni pilota che i porti di Venezia, Trieste e Koper stanno realizzando in questo periodo, che avranno come scopo la difesa perimetrale delle aree portuali e, non meno importante, la difesa da attacchi da parte di hacker che hanno un potenziale impatto distruttivo sull’operatività dei porti.

A titolo esemplificativo, le azioni pilota prevedono l’installazione di sirene anti-intrusione, l’adozione di droni per la sorveglianza aerea, test di penetrazione per valutare il livello di resistenza e resilienza delle reti informatiche.

Nell’ultima parte del progetto – che si concluderà il 31 marzo 2019 – verrà redatta una strategia tranfrontaliera per il rafforzamento della sicurezza portuale che sarà la base per una cooperazione istituzionale di lungo periodo.

Contatti

Autorità Portuale di Trieste

0039 0406732692
Via Karl Ludwig von Bruck 3, 34144 Trieste, Italia
Alberto Cozzi

Iniziativa Centro Europea - Segretariato Esecutivo

0039 0407786722
Via Genova 9, 34121 Trieste, Italia
Poli Ugo

Università degli Studi di Trieste

0039 0405583001
Piazzale Europa 1, 34127 Trieste, Italia
Borruso Giuseppe

Autorità Portuale di Venezia

0039 0415334243
Santa Marta - Fabbricato 13, 30123 Venezia, Italia
Orlandi James

Luka Koper, pristaniški in logistini sistem, d.d.

00386 (0) 56656100
Vojkovo nabrežje 38, 6000 Koper/Capodistria, Slovenia
Richter Roberto

Univerza na Primorskem

00386 (0) 56117500
Titov trg 4, 6000 Koper/Capodistria, Slovenija
Kavur Boris